Pubblicato in: Attualità al femminile

Un matrimonio col rock

Di Beatrice Galluzzi

IMG_20160722_092735

Avete presente la canzone “I love rock ‘n roll”? Anche  le nuove generazioni l’avranno sentita, sia pure in qualche versione re-mixata (ahimè). Un vero e proprio inno al genere, un grido all’amore per la musica ribelle.

A scriverla sono stati gli Arrows, nel 1975, ma ad averla portata al successo planetario é stata Joan Jett, una donna che con la  sua voce graffiante  e una grinta dannatamente punk, negli anni ‘80 é riuscita a spaccare gli schermi di Mtv. Proprio all’inizio di quel decennio, infatti, Joan uscì con un album intitolato Bad Reputation, tanto per rendere il concetto.

joan_jettAlla domanda Perchè secondo te  la figura della ragazza maschiaccio fa così tanta paura? Lei rispose: Perché manda a puttane i generi. Confonde le cose, rende incerto il confine.
Sei una ragazza, ma ti comporti come un ragazzo. Ma soprattutto, un maschiaccio è una ragazza forte. E la società ha problemi con le donne forti, le donne che non chiedono il permesso.

Cara Joan, hai tutta la nostra stima. Non aver paura di avere una brutta reputazione è il punto chiave della libertà.

Figlia di una segretaria e di un assicuratore, Joan inizia a prendere lezioni di chitarra all’età di 14 anni, ma lascia subito, perché il suo insegnante provava ad insegnarle canzoni folk. Prende spontaneamente confidenza con la musica, ispirandosi al glam-rock che lei adora. Un po’ della sua storia è il film The Runaways, (da non perdere) che parla del gruppo omonimo di cui lei é stata la leader. The Runaways erano una band di sole donne, che con il loro sound aggressivo e la loro personalità rock hanno dato una scossa al mondo musicale, in cui solo gli uomini si potevano permettere di spaccare le chitarre sul palco.  Le donne del rock, infatti, fino a quel momento erano state le groupies, ovvero belle ragazze utili solo per portare birre e soddisfare i capricci dei musicisti sconvolti (non che ci fosse niente di male, anzi, magari a capitare al servizio di Jim Morrison o di Jimmy Page).

BeFunky Collage

Anche la Jett e le sue ragazze cattive usavano la bellezza ma senza ostentarla, piuttosto sporcandola con tratti punk e ombretto pesante, e dichiarando indirettamente al pubblico che il potere era loro, e lo dicevano con il dito medio alzato. Joan Jett uscì dall’esperienza con le Runaways più forte, e decollò con il suo sound da solista, dichiarando amore eterno al rock, e investendo la famosa canzone di un significato che va al di là del suo testo.

A trent’anni di distanza quel sound è ancora accattivante, e lei rimane bella e maledetta, tanto da far invidia ai suoi colleghi uomini che si nascondono dietro ai loro toupet e ai tatuaggi sbiaditi. La sua storia d’amore col rock è più longeva della maggior parte dei matrimoni (e probabilmente più divertente), e noi speriamo di festeggiare con lei le sue nozze di platino e per l’occasione spaccare la chitarra in testa a qualcuno.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...