Pubblicato in: Interviste difettose

L’arte di raccontare gli altri: Maria Antonietta Schiavina

di Elena Ciurli

Il giornalismo è morto, il giornalismo è vivo.

In un contesto globale in cui la condivisione di informazioni in modo massivo appare ormai senza fine; in un luogo virtuale dove la citazione e la verifica delle fonti diventano pura utopia, esistono ancora professionisti che le notizie le scrivono davvero.

Maria Antonietta Schiavina è una di loro, e da brava giornalista, ha svelato a noi Donne Difettose la sua arte di raccontare gli altri.

Continua a leggere “L’arte di raccontare gli altri: Maria Antonietta Schiavina”
Pubblicato in: le scappate di casa

Le scappate di casa: Nellie Bly ‒ e lʼenigma: a cosa servono le donne?

di Ilaria Petrarca

Nellie Bly ‒ e lʼenigma: a cosa servono le donne?

Secondo Vanessa Veselka, autrice e autostoppista, «un uomo sulla strada viene catturato nell’atto di un divenire mentre una donna sulla strada ha qualcosa di gravemente sbagliato. Il semplice fatto che sia là fuori dice qualcosa di lei che è spaventoso».

Chissà cosa ne avrebbe pensato Nellie Bly, giornalista dʼassalto nella New York di fine ʼ800, una donna che per superare i confini e raccontarci cosa cʼera oltre si è addirittura finta pazza!

«È giustificabile mentire un poco per ottenere la verità. Io mento soltanto sulla mia età e sul mio nome» scriveva. Secondo i documenti ufficiali è nata vicino Pittsburgh nel 1864 con un nome più lungo e meno frivolo. A casa era “Pinky” perché vestiva di rosa, colore adatto al carattere docile che mai svilupperà.

Continua a leggere “Le scappate di casa: Nellie Bly ‒ e lʼenigma: a cosa servono le donne?”